Post con il tag: "(psicologia)"



Approfondimenti · 08. novembre 2018
Aree di indagine in percorso psicologico (individuale o di coppia) Cause storiche del disagio o della sintomatologia (quali dinamiche, vissuti, conflittualità intrapsichiche o interpersonali, traumi latenti o coscienti hanno condotto allo sviluppo del problema) Cause attuali ovvero fattori di mantenimento (quali funzioni svolge il sintomo e/o il problema: compensazione, riempimento del vuoto, antidepressivo, sedativo, punitivo e quali effetti di auto-cura e di difesa genera) Punto di rottura...
Psicologia dell'amore · 24. ottobre 2018
Ogni separazione amorosa porta con sé una quota di tristezza, di delusione, di amarezza, di vuoto, di melanconia...in fondo ogni separazione costituisce un lutto, un cambiamento quasi sempre senza via di ritorno, la perdita di un punto di riferimento affettivo, la rottura di un legame che fino a qualche tempo prima era stato importante, su cui ciascuno dei partners aveva investito. Questo investimento emotivo, affettivo, progettuale, finanche economico è quello che genera anche una profonda...
Approfondimenti · 09. ottobre 2018
Ogni sintomo psicologico nasconde sempre significati soggettivi e personali e motivazioni spesso incomprensibili anche a chi li vive sulla propria pelle. Eppure ogni sintomo ha radici profonde nella storia di ciascuno, nella storia di emozioni vissute o mancate, di esperienze significative e traumatiche, di significanti appresi, trasmessi, interpretati e di modalità di accogliere, esprimere e gestire la sofferenza e il disagio. Qualunque sintomo, sia esso un sintomo umorale, affettivo,...
Psicologia dell'amore · 22. febbraio 2018
Se ci chiedessero perché ci piace un particolare colore o un cibo, una canzone, una città, un film, un prodotto, una persona, cosa potremmo rispondere? Difficile capire il perchè qualcosa ci piace o non ci piace e perchè a me piace qualcosa e ad un’altra persona piace qualcos’altro. Questioni di gusto? Si, ma anche il gusto da cosa è condizionato? Cosa spiega i gusti soggettivi? Le risposte potrebbero essere in milioni di connessioni sinaptiche costruite nella propria vita (e forse...
Psicologia dell'amore · 19. febbraio 2018
Per quanto l’amore sia universalmente riconosciuto come un sentimento desiderabile e gratificante, sempre di più oggi emerge una diffusa paura di amare. Cosa può rendere quest’esperienza emotiva/affettiva così fobica? Per quanto le motivazioni siano sempre e comunque personali e nascoste nella storia e nell’inconscio di ognuno, possiamo ricondurle a quattro grandi filoni: paura dell’intimità, paura della perdita, paura dell’altro e paura identitaria.